La Festa del Tulipano a Castiglione del Lago in Umbria.

Vagamondo.it è alla Festa del Tulipano a Castiglione del Lago in Umbria, sul Lago Trasimeno. Sfilate di carri, sbandieratori e degustazioni di prodotti umbri.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Save on your hotel - hotels.ilvagamondo.it
Festa del Tulipano a Castiglione del Lago in Umbria
by il Vagamondo / Umbria / feste e sagre / 4 mar 2017

Festa del Tulipano9
Dal 5 al 9 aprile 2017 torna la Festa del Tulipano, l'importante manifestazione che si tiene ogni anno nel periodo primaverile a Castiglione del Lago in Umbria.
Organizzata dall’associazione turistica Pro Castiglione, dal 1966, la deliziosa, colorata e allegra Festa del Tulipano di Castiglione del Lago, in provincia di Perugia, si tiene annualmente da oltre quarant’anni. L’origine della festa si deve ad alcune famiglie olandesi che avevano scelto, nel dopoguerra, la città di Castiglione come dimora e, qui, portarono l’usanza di festeggiare l’arrivo della primavera con addobbi floreali alle finestre, sui balconi e con piccoli carri. Per gli addobbi fu usato il tulipano, il primo fiore della stagione, coltivato dalle stesse famiglie sulle sponde del lago Trasimeno.
Il programma della Festa del Tulipano di Castiglione prevede per tutta la città addobbi floreali in ogni angolo, piazza, via, balcone e vetrina. Il fiore usato è il tulipano nella sua infinita gamma di colori, che permette di creare con la fantasia opere davvero affascinanti. Altro appuntamento da non perdere è la sfilata dei carri tematici, addobbati esclusivamente con tulipani e il corteo in costume storico, ispirato all’epoca di Ascanio della Corgna, duca di Castiglione del Lago nel 1550.
Per degustare ottimi prodotti locali, nei giorni della festa, sono aperte taverne e cantine rustiche e in piazza, per il divertimento di adulti e bambini, si svolgono tanti giochi di antica tradizione che culminano con il Palio del Tulipano tra le quattro contrade cittadine.
La sfilata dei carri per la via principale del centro storico, completamente rivestiti di petali di tulipani, accompagnati da bande musicali, gruppi folkloristici, sbandieratori, stendardi e bancarelle di prodotti locali, è il momento più interessante della festa. I carri allegorici sono realizzati, attorno ad uno specifico tema, dai cittadini appartenenti alle varie contrade.
Con i magnifici abiti indossati dagli abitanti del paese, il corteo storico è un altro momento importante della festa. Ripercorrendo la storia e le tradizioni di Castiglione del Lago, i cittadini e i visitatori rivivono l’atmosfera rinascimentale della Corte di Ascanio. In quegli anni Castiglione del Lago era, infatti, marchesato di Ascanio della Corgna, abile condottiero che partecipò alla battaglia di Lepanto nel 1571. La festa include il saluto del Marchese al popolo e non mancano anche le esibizioni dei Falconieri e degli Sbandieratori, i giochi in costume e le esibizioni delle bande musicali e dei gruppi folkloristici del territorio per le vie del paese.
Il Palio del Tulipano è stato per anni una grande sfida fra le Contrade di Castiglione del Lago: Contrada Castello, con i colori rosso e bianco, Contrada Prati, con i colori giallo e nero, Contrada Mulino, con i colori verde e arancio, Contrada Fontivegge, con i colori rosso e blu e Contrada Piana, con i colori giallo e blu.
La gara vede la partecipazione di quattro ragazzi per ogni contrada, i cosiddetti “barellieri”. I quattro ragazzi dovranno correre per le vie del centro storico, portando in spalla un contenitore con quattro stanghe, chiamato “barella“, a forma di tulipano. Con forza fisica e agilità, il grande tulipano colorato sarà protagonista della spericolata corsa che segue un percorso prestabilito, la contrada che riuscirà per prima a terminare il percorso si aggiudicherà il Palio del Tulipano.
Infine, le caratteristiche Taverne, una per ogni contrada del paese, aprono le loro porte ai turisti e ai contradaioli. Si possono gustare le specialità della cucina tipica del territorio come la fagiolina del Lago Trasimeno, i pici al sugo d’oca, gli gnocchi, la minestra di pane o ribollita, la panzanella, i fagioli in umido, i salumi, l’oca o l’anatra arrosto. Tra le specialità di lago non mancano il latterino fritto, i piatti alle uova di carpa regina, gli spaghetti con sugo di pesce, il risotto con le tinche, il tegamaccio, i filetti di tinca o di persico, spiedini, arrosti e sformati. Il tutto preparato dalle cuoche castiglionesi secondo le antiche tradizioni locali e accompagnato dai vini dei colli del Trasimeno. Tra i dolci strufoli e torcolo, accompagnati dal vinsanto.

Benvenuti alla Festa del Tulipano a Castiglione del Lago!



PHOTOGALLERY
clicca sulla foto per ingrandire
Come arrivare a Castiglione del Lago

In aereo: l’aeroporto più vicino a Castiglione del Lago è quello di Perugia a circa 47 km.

In auto da nord: Autostrada del Sole A1, uscire a Valdichiana – Bettolle. Raccordo autostradale Siena - Perugia direzione Perugia. Uscita Castiglione del Lago.

In auto da sud: Autostrada del Sole A1, uscire a Fabro, seguire le indicazioni per Perugia fino a Castiglione del Lago, oppure uscire a Chiusi - Chianciano Terme, direzione Perugia fino a Castiglione del Lago.

In treno: stazione di Castiglione del Lago, oppure Terontola o Chiusi - Chianciano Terme e successivo collegamento in autobus.

Mappa stradale
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici o lascia un commento. Grazie.
potrebbe interessarti anche:
Anche quest’anno, nelle domeniche 8 – 15 - 22 e 29 del mese di ottobre, a Marradi, nel Mugello in Provincia di Firenze, si svolgerà la tradizionale “Sagra delle Castagne” giunta
leggi tutto
by il Vagamondo / Toscana / feste e sagre / 28 set 2017
Le strade del vino. Colli del TrasimenoLe strade del vino. I Colli del Trasimeno
I vini dei Colli del Trasimeno costituiscono una tra le più importanti aree vitivinicole della regione Umbria. La denominazione Colli del Trasimeno o Trasimeno DOC
leggi tutto
by il Vagamondo / Umbria / viaggi del gusto / 13 lug 2017
Firenze9
La visita di Firenze non può che iniziare dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con la maestosa cupola che, ai tempi del Granducato, si diceva che con la sua ombra arrivasse a coprire
leggi tutto
by il Vagamondo / Toscana / città d'arte / 27 gen 2017
 
 
Cerca nel sito
Torna ai contenuti | Torna al menu