MENU
MENU
Vai ai contenuti

Cosa vedere a Lisbona nel weekend

Pubblicato da Vagamondo Travel Blog in Portogallo · 18 Gennaio 2020

Idee weekend low cost: viaggio e vacanza a Lisbona, Portogallo. Cosa vedere, fare, dove mangiare, dormire e divertirsi


Lisbona tram 28

Lisbona è una città dai colori caldi sulle rive del fiume Tago e riposta su sette colline. Attira numerosi turisti nel weekend e offre ai visitatori molte curiosità da scoprire e soprattutto un modo di concepire la vita molto piacevole. I suoi vicoli si tuffano verso il Tago, che illuminato all'orizzonte offre un paesaggio da cartolina. Lisbona ha un Aeroporto Internazionale, Aeroporto di Portela, che si trova a circa 7 km dal centro della città. E’ l'aeroporto più grande del Portogallo, con uno dei maggiori traffici aerei d'Europa.




Ottimi i collegamenti da e per il centro città in metropolitana, in autobus con Aerobus o i classici taxi. Per raggiungere destinazioni al di fuori dei confini di Lisbona, come Sintra, Cascais, Sesimbra o Estoril, è consigliabile prenotare in anticipo un trasferimento privato, perché i viaggi con i mezzi pubblici possono richiedere molto tempo e i taxi sono costosi.

Indice:

Come muoversi a Lisbona


La città non è molto grande, ma muoversi a piedi è faticoso e l'uso dei mezzi pubblici è quasi obbligatorio.

A Lisbona ci sono cinque linee di tram, sessantanove linee urbane di autobus, la metropolitana, divisa in quattro linee, tre funicolari e un ascensore. Tutti questi servizi sono gestiti dalla Carris. Per visitare Lisbona e risparmiare sui costi dei trasporti e delle cose da vedere, vi consigliamo di comprare la Lisbon Card, pass da 24, 48 e 72 ore che dà diritto al trasporto su tutti i mezzi pubblici che coprono la tratta cittadina (autobus, ascensori, tram, metro e treni fra Sintra e Cascais). Oltre a musei e monumenti gratis e altri scontati fino al 50%. Al momento dell'acquisto della carta vi daranno una guida con tutte le attrazioni incluse nel circuito.
 
Ponte Vasco da Gama






A Lisbona il mezzo da preferire per muoversi in città è il tram, facendo molta attenzione ai borseggiatori. Ricordando che non è inserito nel circuito gratuito della Lisbon Card, da non perdere assolutamente, il tram n. 28 che attraversa tutto il quartiere dell'Alfama e, come sulle montagne russe, passa in vicoli larghi solo 4 metri e fa curve strettissime. La metro di Lisbona è uno dei mezzi più veloci per muoversi in città con molte stazioni nuovissime perché ricostruite per l'Expo del 1998 e quasi tutte meravigliosamente decorate da azulejos, le piastrelle dipinte a mano. Con quattro linee divise per colore rosso, giallo, verde e blu, funziona tutti i giorni dalle 06.30 alle 01 di notte. Per raggiungere le colline della città e gioire di una splendida vista sulla città di Lisbona, ottime le tre funicolari di Lavra, Gloria e Bica.
I taxi a Lisbona sono consigliati soprattutto di notte, quando si esce dai locali e le strade sono deserte, mentre i battelli sul Tago sono uno dei mezzi da preferire per avere una prospettiva diversa di Lisbona, passando sotto all'avveniristico Ponte Vasco de Gama. Tutte le compagnie che fanno crociere sul Tago hanno battelli che partono da Plaza del Comercio.

Cosa vedere a Lisbona


Una visita ai vari Miradouros, i belvedere che offrono una vista panoramica sulla città, valgono la fatica della salita. Immancabile è il punto panoramico Elevador de Santa Justa nel tardo pomeriggio o la sera, situato sul tetto del bellissimo ascensore Santa Justa nel centro di Baixa. Attenzione, può accogliere soltanto 29 visitatori, quindi può essere necessaria una lunga attesa.

Il Miradouro das Portas do Sol è il punto panoramico di Lisbona più visitato dalla maggior parte dei turisti ed è un’ottima posizione per fare una pausa tra una visita e l’altra, considerando che ci sono numerosi chioschi, bar e ristoranti immersi in una piacevole atmosfera turistica. Per un ambiente più tranquillo con lo stesso panorama, è obbligo visitare a pochi metri il Miradouro de Santa Luzia, situato nei giardini Jardim Júlio de Castilho.
 
Elevador de Santa Justa

Altro punto panoramico di Lisbona degno di visita è il Miradouro da Nossa Senhora do Monte, situato sulla collina più alta di Lisbona, all’ombra degli alberi e vicino a un’affascinante chiesetta. Evitando i troppo turistici tour Tuk-Tuk, il modo migliore per arrivarci è prendere il tram numero 28 e scendere alla fermata Rua da Graça, poi camminare fino a Rua da Senhora do Monte, una strada ripida.
Ultimo punto panoramico da visitare a Lisbona è il Miradouro do Castelo de São Jorge, con un’ottima vista sull’estuario del Tago. Dai bastioni si ammirano splendide viste panoramiche sull’intera città e sul ponte sospeso 25 de Abril. Il castello è una delle migliori attrazioni turistiche di Lisbona ed è aperto dalle 9:00 alle 21:00 (in inverno dalle 9:00 alle 18:00).
Fuori dal centro non può mancare la visita a Belem. Raggiungibile in pochi minuti di autobus, costeggiando il Tago, si giunge in questo sobborgo che è un concentrato di monumenti.

Torre Belem

Imperdibili a Belem: il Monastero Dos Jeronimos che ospita la tomba di Vasco da Gama, la Torre di Belem, bastione difensivo che è diventato il simbolo della città di Lisbona, la leggendaria pasticceria “Pasteis de Belem” e, suggerito al mattino presto, considerato il numero di visitatori limitato con lunghe code all’ingresso, il Miradouro Padrao dos Descobrimentos. Si trova in cima al monumento alto 52 metri e offre splendide vedute panoramiche sull’intero quartiere di Belem e sull’estuario del Tago. È previsto un biglietto d’ingresso, ma l’incredibile panorama a 360° vale la spesa. La piattaforma panoramica del Padrao dos Descobrimentos è raggiungibile tramite ascensore, ma c’è anche una breve scalinata per raggiungere il tetto.
Per gli appassionati di arte moderna da visitare la Fondazione Gulbenkian. Un complesso che comprende due musei, il Calouste Gulbenkian e il Centro de Arte Moderna José de Azeredo Perdigão, una sala concerti e un parco pubblico.

Oceanário di Lisbona

A grandi e piccini è dedicata la visita all'Oceanario di Lisbona, costruito nel Parque das Naçoes in occasione dell'esposizione universale del 1998: uno dei più grandi acquari del mondo!

Mangiare, bere e divertirsi a Lisbona


Per gli amanti della buona cucina, Lisbona è una meta da sogno, genuina, popolare, semplice e sostanziosa. Da gustare: il famoso Bacalhau è imperdibile, baccalà fritto o alla portoghese con l’aggiunta di patate, uova e olive nere. E poi, frutti di mare e pesce fresco che portano in tavola l'Atlantico e il Caldo Verde, una zuppa molto leggera che è consumata prima del pasto o fuori pasto come spuntino, dal colore verde dato dal cavolo, tagliato in striscioline molto sottili, che è unito con patate e altri ingredienti. Lodevole di degustazione c’è anche la Carne de porco à Alentejana, gustosissimo piatto di carne di maiale, marinata con coriandolo, vino, paprika e pepe cui sono aggiunte vongole fritte e servito con patate, le Sardinhas assadas, sardine arrostite, il Polvo à Lagareiro, polpo stufato in pentola e poi grigliato, servito con una salsa a base olio, aglio e prezzemolo, con contorno di patate novelle al forno. Non può mancare l'Arroz de Marisco, mix tra il risotto tipico italiano e la paella spagnola. Il piatto, a base di riso appunto, sembra quasi una zuppa perché brodoso ed è a base di crostacei, molluschi e verdure. E per finire le Pastéis de nata, inventati dai monaci nel monastero di Belém, piccoli cestini di pasta sfoglia con all'interno una deliziosa crema a base di panna e uova. Durante la cottura, sulla superficie si crea un goloso strato di crema caramellata.


Miradouro de Santa Luzia

Il tutto accompagnato da un ottimo vino portoghese come il “Porto”, che non ha bisogno di presentazioni ed è l'ambasciatore del Portogallo nel mondo, bianco, dolce o secco, il “Vinho verde”, lieve e leggermente mosso, l'ideale compagno di cene a base di pesce e frutti di mare, il “Vino del Dão”, i bianchi hanno un gusto leggermente fruttato mentre i rossi sono forti e corposi e infine il “Moscatello”, prodotto sulle colline intorno a Vila Nogueira de Azeitão, nella Serra di Arrabida, nella costa sud di Lisbona. Se vi trovate nei dintorni, non dimenticate di visitare la cantina José Maria Da Fonseca, la più rinomata. Nel dopo-cena, una serata al Bairro Alto è sicuramente consigliata! Locali e bar rimangono aperti fino a tardi e i prezzi sono abbordabili.

Ginjinha Sem Rival

Per ascoltare la vera musica popolare, il fado, tipica del Portogallo, le casas do fado, nel quartiere di Alfama, Bairro Alto e Mouraria, in piccoli vicoli e vie strette, racchiudono la vera anima malinconica di Lisbona. Lasciatevi trasportare dalle note della chitarra, e fatevi raccontare le struggenti storie tanto amate dai portoghesi. Mouraria è considerata la culla del fado ed è proprio in questo tipico quartiere che nel 1820 nasceva Maria Severa. La casa dove nacque la cantante è oggi uno dei locali più conosciuti di fado, “Maria Da Mouraria”. Inaugurata nel 2013, è obbligatorio una visita. A pochi passi e sempre in stretta relazione con la fadista portoghese si trova una piccola taverna “Amigos Da Severa”, meritevole di visita, dove è possibile degustare un’ottima Ginjinha, liquore portoghese dal gusto dolce.

Dove dormire a Lisbona


Innumerevoli le possibilità per una camera a buon prezzo. Per chi non ha grosse pretese e cerca un alloggio economico a Lisbona, ma allo stesso tempo confortevole, ottima soluzione è Lx Center Chiado Hotel al Bairro Alto, ad appena dieci minuti di cammino da Santa Justa Elevator e Piazza Rossio. Potrai usufruire di deposito bagagli, un forno a microonde nell'area comune e un frigorifero nell'area comune.


Hotel Lx Center Chiado
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici o lascia un commento. Grazie.
Save on your hotel - hotelscombined.it

Cosa fare a Lisbona
: le migliori attrazioni, mostre, musei e tour guidati

Potrebbe interessarti anche:
guide viaggi
città d'arte
guide viaggi
il Vagamondo.it © 2020
ISCRIVITI  ALLA  NEWSLETTER
Torna ai contenuti